header

TARES

Tares - Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi

Dal 1° gennaio 2013, come previsto dall´art. 14 del D.L. n. 201/2011 convertito con modificazioni con L. n. 214/2011, è istituito il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, denominato Tares, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento svolto in regime di privativa pubblica ai sensi della vigente normativa ambientale e dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni.

Con l´entrata in vigore del nuovo tributo, sono soppressi tutti i vigenti prelievi relativi alla gestione dei rifiuti urbani, sia di natura patrimoniale che tributaria, compresa l´addizionale ex-ECA.

Il nuovo tributo deve essere corrisposto in base a tariffa commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi ed alla tipologia di attività svolte sulla base dei criteri determinati con il regolamento e le disposizioni di cui al DPR 158/1999.

Esso è applicato alle superfici calpestabili dei locali (per le unità immobiliari a destinazione ordinaria fino a quando non sarà realizzato l´allineamento con la banca dati catastale) e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati, e comunque alle superfici già dichiarate o accertate ai fini della precedente tassazione.

Alla tariffa sopracitata, si applica per legge una maggiorazione riservata allo Stato pari a € 0,30 per metro quadrato a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili.

Per l´anno 2013 il pagamento del tributo Tares dovrà essere corrisposto (il bollettino postale è recapitato a mezzo posta presso il domicilio del contribuente) in due rate di acconto con scadenza, rispettivamente, il 31 agosto e il 31 ottobre 2013.

L´importo delle rate in acconto sono state determinate in misura percentuale rispetto al precedente tributo TARSU in vigore nell´anno 2012, più precisamente:
- 70% della TARSU 2012 per le Utenze domestiche;
- 50% della TARSU 2012 per le Utenze non domestiche.

Successivamente all´invio dell´acconto, con un ulteriore spedizione al contribuente, verrà quantificata la terza ed ultima rata che dovrà essere corrisposta a saldo entro il 16 dicembre 2013 sulla base dei nuovi importi Tares, comprensivi della maggiorazione riservata allo Stato che è definita dalla normativa vigente in € 0,30 per metro quadrato.

IN DEROGA ALLE SCADENZE FISSATE PER IL PAGAMENTO DELLA TARES 2013, SI COMUNICA QUANTO SEGUE:
IL PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA DI ACCONTO SCADENTE IL 31 AGOSTO 2013 SI INTENDE REGOLARE SE EFFETTUATO ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2013

LA SCADENZA DEL PAGAMENTO IN UN´UNICA SOLUZIONE E´ IL 30 SETTEMBRE 2013