Carta d’identita’ elettronica

La Carta di Identità Elettronica (CIE), documento di identificazione emesso dal Ministero dell’Interno nonché chiave di accesso e autenticazione per accedere ai servizi on line delle PA, può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o dimora a partire da centottanta giorni prima della scadenza della propria carta d’identità.

La Carta di identità elettronica è il documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare.

La foto in bianco e nero è stampata al laser, per garantire un’ elevata resistenza alla contraffazione. Sul retro della Carta il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre.

COSTO

Il costo della Carta è di € 22,20 -(16,79 per stampa/spedizione e 5,42 per diritti comunali) e 27,35 in caso di smarrimento (16,79 per stampa/spedizione e 10,56 per diritti comunali) con possibilità di pagamento POS o contanti, presso lo sportello Anagrafe del Comune, al momento della richiesta del documento.

COME SI RICHIEDE:

Il cittadino deve prenotare l’appuntamento tramite questa Agenda Elettronica.

L’Agenda è aperta con cadenza mensile: il giorno 02 di ogni mese iniziano a riceversi le prenotazioni per il mese successivo.

Importante: il cittadino il giorno dell’appuntamento deve presentarsi munito della ricevuta di conferma dell’appuntamento

Oppure, per chi non è dotato di strumenti informatici, telefonando al numero 02/99471200-213-245  dal Lunedì al Venerdì

SI RICORDA CHE IL CITTADINO RESIDENTE IN ALTRO COMUNE ITALIANO PUO’ RICHIEDERE IL RILASCIO DELLA CIE SOLO PER SOPPERIRE A NECESSITA’ DERIVANTI DA GRAVI E COMPROVATI MOTIVI CHE NON CONSENTONO DI RECARSI PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI RESIDENZA (Circolare Ministero dell’Interno del 05/11/1999).

Nel GIORNO e ORARIO PRECISO DELL’APPUNTAMENTO presentati personalmente con:

– 1 (una) foto formato tessera, con le caratteristiche sottoindicate

Consulta per caratteristiche foto: foto cie
La foto deve essere recente, non deve cioè essere stata scattata più di sei mesi prima. La foto non deve essere piegata, spillata, presentare scritte o, in generale, essere manomessa o danneggiata. La foto deve essere stampata su carta di alta qualità, in modo da ottenere immagini digitalizzate di adeguate qualità e risoluzione. Lo sfondo deve essere uniforme di preferenza celeste, beige, marrone chiaro, grigio chiaro oppure bianco, in modo da aumentare il contrasto tra lo sfondo e il volto. La foto deve riportare solo il soggetto. Non sono ammessi altri oggetti e altri soggetti. Il viso non deve essere inclinato né lateralmente né verticalmente e non sono ammesse posizioni artistiche (cioè, viso girato, spalle alzate, etc..). Inoltre il viso deve essere ripreso frontalmente e lo sguardo deve essere rivolto verso l’obiettivo. La testa deve essere centrata verticalmente. L’espressione deve essere neutra ed il soggetto deve avere la bocca chiusa e gli occhi ben visibili ed aperti. Non devono essere presenti ombre sul viso o sullo sfondo. La foto deve essere a fuoco e il volto chiaramente distinguibile. Non sono ammesse foto che presentino riflessi ed effetti dovuti a flash o ad altre fonti di illuminazione. Gli occhi non devono essere coperti da capelli. Non sono ammessi copricapo a meno di motivi religiosi, culturali o medici. In ogni caso il volto deve essere mostrato chiaramente. Non sono ammessi occhiali con lenti colorate. Le lenti devono essere trasparenti in modo che gli occhi siano ben visibili. La foto deve essere a colori, e questi devono essere naturali. Non sono ammesse foto con colorazioni diverse da quelle reali.

– Carta d’identità precedente oppure denuncia di furto o smarrimento all’autorità di Pubblica Sicurezza e altro documento di identificazione

– Codice Fiscale /Tessera Sanitaria (Carta nazionale dei Servizi)

.- (minori italiani) MODULO DI ASSENSO per il rilascio della carta valida per l’espatrio, nel caso di minore accompagnato da un solo genitore;

– (tutti gli stranieri, anche i minori di qualsiasi età): Permesso di soggiorno o carta di soggiorno, in corso di validità

.- (tutti gli stranieri, anche i minori di qualsiasi età): PASSAPORTO O DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO DEL PAESE ESTERO (COMUNITARIO E EXTRACOMUNITARIO), rilasciato dal paese di origine, da presentare in caso di richiesta della prima carta di identità.

I TEMPI DI CONSEGNA DEL NUOVO DOCUMENTO

La CIE non viene consegnata al momento della richiesta, come avveniva con il documento cartaceo, ma è stampata dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato di Roma e spedita direttamente al cittadino entro 15 giorni dalla richiesta, tramite raccomandata, presso il Comune o ad un indirizzo da lui indicato al momento della richiesta.

La spedizione al domicilio del richiedente avverrà a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno a cura di Poste Italiane.

Il documento potrà essere consegnato esclusivamente al cittadino o a persona da lui appositamente incaricata, e nel caso di inoltro presso un indirizzo privato, qualora al momento della consegna il cittadino non fosse presente verrà rilasciato un avviso nella cassetta delle lettere, sul quale è indicato un numero verde (803.160 servizio clienti di Poste Italiane) che sarà possibile contattare entro i primi 4 giorni dal rilascio dell’avviso. con il quale si potrà richiedere:

  • che l’invio venga nuovamente recapitato all’indirizzo del destinatario;
  • che l’invio venga messo a disposizione presso un ufficio postale.

Nel caso in cui non venisse fatta alcuna telefonata al numero verde, la CIE, a partire dal 6° giorno successivo al tentativo di consegna, potrà essere ritirata presso l’ufficio postale, dove rimarrà in gicenza per 30 giorni.

Trascorso anche tale periodo senza che il documento sia ritirato, verrà trasmesso al Comune dove rimarrà in giacenza sino al suo ritiro, e i tempi di trasmissione da Poste Italiane al comune non sono certi.

Sull’avviso di giacenza è anche indicato un codice di 12 cifre, con il quale è possibile effettura delle ricerche direttamente sul sito di Poste Italiane.

Si comunica che il Comune non ha alcuna possibilità di intervenire o verificare i tempi e le modalità di consegna della CIE da parte del vettore.

ACQUISIZIONE IMPRONTE DIGITALI

La rilevazione delle impronte digitali è prevista per ciascun cittadino di età maggiore o uguale a 12 anni. Le impronte digitali verranno scritte in sicurezza all’interno della propria CIE.

QUI le modalità di acquisizione impronte: MODALITA’ ACQUISIZIONE IMPRONTE DIGITALI CIE

ISCRITTI A.I.R.E. (anagrafe italiani residenti dell’estero):

I cittadini iscritti all’ AIRE – Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero – potranno richiedere la CIE all’autorità consolare competente per territorio estero di residenza.

Il processo di emissione della CIE per i cittadini residenti all’estero presso il Comune, è attualmente in fase di elaborazione, pertanto a tali cittadini il Comune può rilasciare esclusivamente il modello cartaceo

DURATA DELLA CARTA D’IDENTITÀ

Durata di 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni

Durata di 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni

Durata di 10 anni per i maggiorenni

La scadenza sarà sempre corrispondente al giorno del compleanno del titolare della carta.

RICHIEDENTE MINORENNE

I minorenni possono avere la carta di identità valida per l’espatrio solo con il consenso di entrambi i genitori o di chi esercita la potestà genitoriale.
Entrambi genitori e il minore devono venire allo sportello il giorno dell’appuntamento con:
• 1 fotografia formato tessera del minore
• la carta di identità precedente se in possesso – denuncia in caso di smarrimento o furto
• il modello di istanza al rilascio della carta valida per l’espatrio del minore firmato da entrambi i genitori che si trova più sotto tra gli allegati. Entrambi i genitori devono accompagnare il minore allo sportello. Se uno dei due genitori non può presentarsi, compila e firma il modulo che verrà consegnato allo sportello dall’altro genitore.

In caso di minore riconosciuto da un solo genitore o orfano di un solo genitore, la dichiarazione è resa solo dall’unico genitore esistente.

Nel caso di figlio minore di genitori separati o divorziati, la dichiarazione è resa da entrambi i genitori salva diversa disposizione del Giudice tutelare. (Legge n. 151/1975 riforma diritto di famiglia)

E’ obbligatoria, in ogni caso, la presenza del minore per l’identificazione.

A partire dai 12 anni compiuti al minore sono rilevate due impronte digitali e dovrà appore la propria firma grafica sul documento.

Per andare all’estero è necessario che nel documento dei minori di anni 14 siano scritti i nomi dei genitori o di chi ne fa le veci.
Il minore di quattordici anni, deve viaggiare con uno dei genitori o di chi ne fa le veci.

SMARRIMENTO, FURTO O DETERIORAMENTO
Per rifare la carta d’identità in caso di smarrimento, furto o deterioramento del documento occorre consegnare anche:
*la fotocopia della denuncia presentata ai Carabinieri o al Commissariato di Polizia, o l’originale deteriorato.
*un altro documento di riconoscimento.
In caso di mancanza di un documento di riconoscimento, è necessario prendere precedenti accordi con l’Ufficio Anagrafe.

VALIDITÀ PER L’ESPATRIO

La CIE vale come documento di identità e di espatrio in tutti i Paesi dell’Unione Europea, è equipollente al passaporto per espatriare nei Paesi dell’Area Schengen. Quando non è valida per l’espatrio sulla carta appare apposita dicitura.

È sempre rilasciata non valida per l’espatrio per i cittadini stranieri (maggiorenni e minorenni), comunitari e extracomunitari.

Per un elenco aggiornato dei paesi in cui è possibile recarsi con la carta d’identità, si consiglia di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it , selezionando il paese di proprio interesse.

MINORI, INTERDETTI, INABILITATI, EMANCIPATI O SOTTOPOSTI AD AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO:

La firma del documento è apposta dall’interessato, se ha compiuto 12 anni ed è grado di sottoscrivere, altrimenti viene apposta apposita dicitura indicante le motivazione alla mancata sottoscrizione ( non sa o non può firmare), mentre la dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative al rilascio della carta d’identità valida per l’espatrio prevista dall’articolo 3 della Legge 21/11/1967, n.1185 e ss.mm., è resa a seconda dei casi dai genitori, dal tutore, dal curatore o dall’amministratore, in questo ultimo caso solo se espressamente indicato nel provvedimento di nomina.

In caso di minore riconosciuto da un solo genitore o orfano di un solo genitore, la dichiarazione è resa solo dall’unico genitore esistente.

Nel caso di figlio minore di genitori separati o divorziati, la dichiarazione è resa da entrambi i genitori salva diversa disposizione del Giudice tutelare. (Legge n. 151/1975 riforma diritto di famiglia)

MANIFESTAZIONE VOLONTÀ DONAZIONE ORGANI

Al momento del rilascio del documento il cittadino italiano o straniero maggiorenne, può esprimere la propria volontà per la donazione di organi e tessuti, sottoscrivendo una dichiarazione che sarà immediatamente inviata al Centro Nazionale Trapianti (SIT). Non ci sono limiti di età! Per saperne di più www.unasceltaconsapevole.it

CASI PARTICOLARI
Fino a nuove disposizioni ministeriali sarà possibile richiedere l’emissione immediata della carta di identità in formato cartaceo, solo ed esclusivamente in caso di urgenza, da attestare mediante la presentazione di idonea documentazione e precisamente:
– cittadini iscritti all’A.I.R.E. del comune di Castenedolo;
– prenotazione per viaggio all’estero.

Per maggiori informazioni consultare http://www.cartaidentita.interno.gov.it/il-microprocessore/

Cosa sono PIN e PUK e come utilizzarli

Assieme alla CIE il cittadino riceve due codici di sicurezza, il PIN e il PUK. Tali codici vengono forniti in due parti, la prima delle quali è contenuta sempre nell’ultimo foglio della ricevuta cartacea fornita dall’operatore comunale al termine della richiesta di rilascio presso lo sportello. La seconda parte è contenuta nella lettera di accompagnamento presente nella busta con cui il cittadino riceve la CIE. Il cittadino deve unire le due metà e conservare con cura i due codici così ottenuti. Essi sono necessari nel momento in cui si utilizza la CIE per accedere ai servizi digitali in rete, mediante Entra con CIE oppure quando si utilizza il documento con il Software CIE come descritto nel manuale d’uso di quest’ultimo.

Qualora si desideri ristampare i codici PIN e PUK è necessario recarsi presso il proprio Comune e farne richiesta. PIN e PUK della CIE hanno lo stesso principio di utilizzo di quelli di una SIM per il cellulare.

QUI i dettagli PIN e PUK della CIE: Come utilizzarli

Per tutte le informazioni relative alle caratteristiche tecniche della CIE: www.cartaidentita.interno.gov.it

Carta d’identità cartacea

La carta di identità cartacea non sarà più emessa se non nei casi eccezionali previsti.Il documento cartaceo verrà rilasciato esclusivamente in casi di urgenza dimostrata documentalmente. Quali motivi di urgenza si intendono i viaggi, sia in Italia che all’estero, che possono essere documentati con prenotazioni (anche alberghiere) o titoli di viaggio.

Il Regolamento dell’Unione Europea 2019/1157 ha stabilito che le carte d’identità cartacee dovranno cessare la loro validità entro il 3 AGOSTO 2026.

In attesa di istruzioni da parte del Ministero dell’Interno rispetto ai documenti che a tale data dovessero risultare ancora non scaduti, è comunque certo che da tale data le carte d’identità cartacee non avranno più validità per l’espatrio e non potranno più essere rilasciate.

Per il rilascio del documento cartaceo servono 3 fotografie formato tessera.

Il costo della Carta è di € 5,42  e 10,58 in caso di smarrimento comunali da pagare all’Ufficio Anagrafe in contanti, oppure con POS, al momento della richiesta del documento.

  • Documenti allegati
Nome File
foto-carta-ddentità.pdf
Manifesto per carta d'identità
Assenso minori espatrio.doc
Assenso minori espatrio.pdf