Richiesta di iscrizione anagrafica ed attestazione di soggiorno

Dall´11 aprile 2007 è entrato in vigore il decreto legislativo n. 30/2007 che prevede nuove modalità di soggiorno per tutti i cittadini e familiari dei paesi membri dell’Unione Europea

Le disposizioni del decreto legislativo n. 30/2007 si applicano anche nei confronti dei cittadini e familiari di Islanda, Norvegia e Liechtenstein, San Marino e Svizzera.
Per familiari si intendono:

  • CONIUGE
  • DISCENDENTI DIRETTI di età inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge
  • ASCENDENTI DIRETTI a carico e quelli del coniuge
  • Ogni altro familiare a carico o convivente nel Paese di provenienza o che deve essere assistito per motivi di salute dal cittadino UE, qualunque sia la sua cittadinanza.

Soggiorno fino a tre mesi (Art. 6 D.lgs. 30/07)
Il cittadino dell´Unione e i suoi famigliari ( di cittadinanza dell´Unione) hanno diritto di soggiornare nel territorio nazionale per un periodo non superiore a tre mesi senza alcuna condizione o formalità, salvo il possesso di un documento d´identità valido per l´espatrio secondo la legislazione dello Stato di cui hanno la cittadinanza.
I famigliari con cittadinanza NON dell´Unione devono essere in possesso di passaporto e in regola con le modalità di ingresso (visto d´ingresso se previsto).

Soggiorno per più di tre mesi (Art. 7 D.Lgs. 30/07)
Il cittadino dell’Unione e i suoi famigliari che intendono soggiornare per un periodo superiore a tre mesi devono iscriversi all’anagrafe della popolazione residente e produrre la documentazione (indicata di seguito) attestante il motivo del soggiorno secondo quanto previsto dal nuovo decreto legislativo. (Art. 9 D.lgs. 30/07)
I famigliari con cittadinanza NON dell’Unione devono chiedere alla Questura la carta di soggiorno per famigliari di cittadini dell’Unione (Art. 10 D.Lgs. 30/07)